Angelica Alemanno

Angelica AlemannoAngelica Alemanno

Mi sono laureata nel 2003 in Filosofia con una tesi in estetica che metteva in relazione l’immagine e parola nell’arte.
Per questo non riesco a svincolarmi da questi due elementi base della comunicazione che mi affascinano in ogni loro combinazione, specie per quanto riguarda l’immagine in movimento, ovvero il cinema.

Da quando avevo dieci anni, collaboro a vario titolo con la compagnia teatrale di famiglia, la “Compagnia Giuseppe Moretti”.
Forse per l’influenza di mio padre, critico cinematografico e docente di regia, nel 2010 ho iniziato una piccola impresa di produzione audiovisiva low budget : la Peperino Production. Produco brevi documentari per enti e privati in collaborazione con mio fratello Matteo.
Vivo in campagna, nel 2008 ho seguito il corso regionale di “Nati per leggere” tenuto nel Comune di Campagnano di Roma da Laura Anfuso e ho iniziato una proficua collaborazione con il Polo Culturale e la Biblioteca del Sistema Ceretano Sabatino.
Da questa esperienza sono nati diversi laboratori di lettura animata per i più piccoli: A spasso nel bosco con le vecchine delle fiabe, Le favole dell’orto, La lettura dell’Inno di Mameli e altre storie.
Ho scoperto così che amo anche coniugare l´esperienza ludica con l´esplorazione delle aree naturali protette.
Mi lascio guidare dai temi del viaggio e della sostenibilità, per questo ho conseguito due attestati di qualifica professionale “Esperta di incoming e turismo rurale” e “Progetto Hospitalitas: percorsi di uno sviluppo sostenibile”.

Nel 2009 scopro sul campo il turismo slow con la partecipazione al Progetto “La Via Francigena nelle terre di Veio, un percorso di sviluppo locale” nel comune di Formello, con il quale continuo felicemente a collaborare.

Per il Progetto francigeno ho fatto da ufficio stampa e ho prodotto tre videoclip, uno dei quali pubblicato sulla testata online della Regione (www.culturalazio.it)

Dal 2009 sono iscritta all’Ordine dei Giornalisti del Lazio (n. 137280): nel 2010 ho fondato una testata locale di cui sono tutt’ora direttrice responsabile: L’Aguzzo.

Nel 2011 ho iniziato a condurre laboratori di scrittura creativa che tutt’ora mi dànno grandi soddisfazioni. A seguito dell’incontro con Carlo Infante ho avuto l’opportunità di disegnare alcuni progetti di lettura del territorio attraverso il metodo del walk show e del Performing Media, entro così in Urban Experience.

Oggi faccio parte dell’Associazione Scaffali, cercando di coagulare tutto quello che ho imparato in funzione dei nostri progetti comuni, sempre convinta che la formazione creativa sia tempo donato al benessere della nostra crescita, ad ogni età.

a.alemanno@scaffalionline.it

 

Scopri gli altri profili